Gli psicofarmaci: eliminarli spesso si può!


Richiedi a gi@mmond informazioni su come reperire il Manuale “Sospendere gli psicofarmaci” realizzato da The Icarus Project (comunità presente in rete creata dalle e per le persone che devono fare i conti con il disturbo bipolare e altre doti scomode comunemente etichettati come “malattie mentali”; la comunità sta creando una cultura e una lingua nuove che sono in risonanza con le nostre effettive esperienze della “follia”, anziché tentare di incastrare le nostre vite in schemi convenzionali) e dal Freedom Center (comunità di supporto, difesa e attivismo – riconosciuta e premiata – con sede nel Massachusetts Occidentale; è gestita dalle e per le persone etichettate con diagnosi quali il disturbo borderline, il disturbo bipolare, la schizofrenia, o che vivono stati di coscienza estremi; la comunità si batte per garantire l’accesso ad alternative olistiche, una cura compassionevole, e per mettere fine al trattamento sanitario obbligatorio)  (edizione italiana a cura di “Progetto Contraria-Mente”), in *.pdf, all’indirizzo di posta giammond@live.it

Manuale

“Questo manuale raccoglie le migliori informazioni che abbiamo scoperto e le lezioni che abbiamo appreso al Freedom Center e all’Icarus Project. Non è destinato a convincere qualcuno a sospendere l’assunzione dei farmaci psichiatrici, mentre mira ad educare gli individui sulle loro possibilità di scelta qualora avessero deciso di prendere in considerazione la possibilità di sospenderli. In una cultura polarizzata tra la propaganda delle compagnie farmaceutiche a favore degli psicofarmaci, da un lato, e il programma contro gli psicofarmaci di alcuni attivisti, dall’altro, noi proponiamo un approccio di riduzione del danno che possa aiutare le persone a prendere le proprie decisioni. Noi prospettiamo anche idee e informazioni per le persone che decidono di continuare l’assunzione o d’andare riducendo i propri farmaci. Molte persone ritengono che gli psicofarmaci siano utili e scelgono di continuare a prenderli nonostante i rischi; questa, per qualcuno, può essere la soluzione migliore in rapporto alle proprie personali situazioni e circostanze. Nello stesso tempo, gli psicofarmaci comportano enormi pericoli e a volte possono nuocere terribilmente, fino a diventare dei problemi più gravi di quelle condizioni per trattare le quali erano stati prescritti. Troppo spesso le persone che hanno bisogno di aiuto per sospendere gli psicofarmaci vengono lasciate senza un’assistenza, cosicché prendere delle decisioni sugli psicofarmaci può essere vissuto come un cercare la propria strada attraverso un labirinto. Allora abbiamo bisogno di informazioni oneste che possano ampliare la discussione e ci auguriamo che questo manuale possa aiutare gli individui ad avere più fiducia in se stessi e prendersi cura meglio gli uni degli altri.”

Pubblicato on 1 gennaio 2014 at 19:39  Commenti disabilitati su Gli psicofarmaci: eliminarli spesso si può!