Suggerimenti per affrontarla al meglio


Una raccolta di consigli utili per alleviare ed eliminare i sintomi della depressione.

Nel combattere la depressione risultano fondamentali i seguenti fattori:
  • una corretta e regolare alimentazione (integrata possibilmente con gli omega-3). La depressione può portarti a fare abbuffate di cibo per cercare forme alternative di piacere, o al contrario a rifiutare il cibo

  • un sonno riposante di almeno 7 o 8 ore. Scegli il materasso e il cuscino più ergonomici per te, la depressione può portarti a non dormire o a dormire troppo                                                                                                                               
  • almeno 40 minuti di movimento passeggiando durante il giorno. La depressione fa molta leva sull’astenia. In aggiunta è consigliata la pratica di ginnastica leggera a corpo libero possibilmente all’aperto, imparando ad ascoltare le esigenze fisiologiche del proprio corpo (questo concetto riguarda anche tutti gli altri aspetti della vita)
  • esercizi costanti (anche se molto noiosi) per apprendere la respirazione diaframmatica. Una volta appresa, dovrai riportarla nella vita quotidiana: ti sarà di aiuto per ossigenare il cervello, indurti ad uno stato di totale rilassatezza,…

  • accogliere e dare il giusto peso a frasi “esterne” provenienti dalla depressione e non da te stesso, del tipo: Vabbè, tanto è lo stesso…”, Che ci vuoi fare…”, Non cambia niente!”, Sto sempre male!”, Voglio morire!”, Voglio suicidarmi!”, Non conto nulla!”; o a ricorsi al passato come: “Ho sprecato la mia vita finora!”, “Ho buttato degli anni importanti!”, “Ho perso degli  anni!”, come se gli anni fossero qualcosa da guadagnare…; e ai vari: “Se…”, “Ma…”, “La mia vita poteva essere diversa se…”

Risultano, inoltre, di grande aiuto i seguenti fattori:

  • la creazione di una immagine di sé allegra e spensierata. In questo può esserti di aiuto fare ricorso a foto del passato che dovrai imprimerti costantemente nella mente specie nei momenti di maggiore angoscia. Dall’esterno devi darti un’immagine, quella che realmente vuoi di te: la depressione tende a spegnerti lo sguardo, a farti chiudere in te stesso curvando le spalle, a far sì che il tono della tua voce si abbassi,… Così quando ti guardi allo specchio cerca di sorridere anche se solo forzatamente, lasciando che la mente elabori nel tempo che hai quella immagine di te: ricorda che sorridere anche in maniera “plastica” aiuta anche se non sembra! Sforzati di parlare con tono deciso e sicuro anche se le parole escono a stento dalle tue corde vocali. Il tuo abbigliamento, il tuo profumo e quant’altro dovranno poi essere “in linea” con la tua personalità

  • ascoltare la musica che più ti piace e più ti trasmette qualcosa, e possibilmente cantare: fare karaoke specie se ad alta voce aiuta ad allontanare l’angoscia, hai mai provato?

  • esporsi per il maggior numero di ore possibile alla luce del sole. Nel caso in cui il sole non ci sia esponiti comunque alla luce esterna e nelle ore più luminose della giornata

  • uscire all’aperto per il maggior numero possibile di ore e possibilmente a contatto con persone

  • mettere candele aromatiche in casa o in camera in base ai propri gusti

  • fare la pulizia del viso al mattino appena svegli e adoperare i deodoranti più gradevoli. Utilizza poi per lavarti il bagnoschiuma e lo shampoo maggiormente corrispondenti ai tuoi gusti

  • non trascurare piccoli aspetti come: pettinarsi, farsi la barba regolarmente, fare manicure e pedicure, lavarsi costantemente, indossare biancheria intima e abbigliamento sempre puliti; e non ascoltare, a riguardo, le voci provenienti dalla depressione: Cosa le faccio a fare queste cose se non esco di casa, solo per me stesso/a? E a cosa servono, tanto non cambia  nulla!”  (ricorda che il “Tanto non cambia nulla!” è una costante in un soggetto affetto da depressione)

  • fare dell’autoironia quando sembra che qualsiasi cosa vada male

  • utilizzare rimedi naturali come prodotti fitoterapicifiori di back

  • utilizzare farmaci antidepressivi (ma solo se non se ne può proprio fare a meno! Cioè se la psicoterapia da sola non produce sufficienti risultati nel breve/medio periodo)

  • essere sempre pronti ad autocriticarsi al fine di smussare le proprie rigidità e, allo stesso tempo, di non cedere troppo ai propri impulsi (sfoghi, desideri sessuali,…): è necessario che trovi un punto di equilibrio tra i due poli opposti “personalità troppo rigida” ↔ “personalità troppo impulsiva”

  • seguire tutte le proprie inclinazioni e i propri talenti

  • essere consapevoli che nella frase Non tornerò a stare più come una volta! è nascosta la presa di coscienza che la visione di una realtà passata non può essere trasposta nella visione della realtà presente: “Quando ero piccolo amavo giocare con le macchinine, poi sono caduto in depressione per una qualche causa scatenante, ora perché tornando a giocare con le macchinine non provo più le stesse sensazioni o il gusto di un tempo?”.

    La risposta a tale domanda è la seguente: la depressione viene principalmente per farti operare un cambiamento! La depressione (nell’esempio) viene a comunicarti che in quanto sei una persona adulta non puoi provare più piacere nel giocare con le macchinine! Ricorda che la depressione non è un nemico da combattere ma un amico da ascoltare!

  • essere consapevoli che nella frase Non guarirò!” Non starò più bene! è insita la paura di guarire, cioè la paura di cambiare! Allarme che fa regredire anche il più piccolo, tangibile e sudato miglioramento: per cui se hai impiegato 30 giorni per vedere il primo piccolissimo, anche se impercettibile miglioramento, ma 31° giorno operi un passo indietro, cioè se cedi di nuovo ai pensieri catastrofici della depressione, ti basta così poco per tornare al punto in cui eri rimasto (lo so è una lotta senza fine, come ti starai appunto chiedendo..). Non domandarti neanche “Quando vedrò la luce?” o “Quando guarirò?” o semplicemente “Quando starò meglio?”, preoccupati piuttosto di vederli in concreto i tuoi piccoli-grandi progressi e/o di farteli notare e rimarcare dalle persone a te più care, e soprattutto non rimuginarci su

Crea il tuo Identikit

Prova, inoltre, a dividere un foglio A4 in due colonne allo scopo di creare il tuo Identikit, è un ottimo strumento per dire Queste cose le ho scritte io, vengono da me, significa che realmente le desidero!. In ogni istante della giornata inserisci qualsiasi cosa nel foglio, anche se apparentemente piccola. Inizia anche tu a fare una grossa analisi introspettiva rileggendo te stesso alla fine della giornata! 

COME MI PIACEREBBE ESSERE

Cosa vorrei fare per poter stare meglio  durante la giornata/ Cosa mi piacerebbe fare

1. __________________

2. __________________

3. __________________

COME MI PIACEREBBE NON ESSERE

Cosa vorrei evitare di fare per non stare male durante la giornata                                           

1. __________________

2. __________________

3. __________________

a cura del Dott. F.L. & gi@mmond

Annunci
Pubblicato on 2 aprile 2012 at 09:39  Commenti disabilitati su Suggerimenti per affrontarla al meglio