Matematica, asino e carota!


Una conversazione atipica tra un insegnante e un bambino altamente istruito…dalla nonna!

Insegnante: “Ricorda alcune definizioni in ambito geometrico: un punto è un’entità dello spazio euclideo priva di dimensioni. Una retta è un luogo geometrico di punti situati sullo stesso piano cartesiano e soddisfacenti un’equazione lineare del tipo y=mx+q. Un segmento è una porzione di retta delimitata da due punti (A e B) detti estremi (in termini di equazioni: y=mx+q con x ∈ [a,b]”

Alunno: “Mi permetta Professore..ma date queste definizioni io posso dedurre che la matematica è una scienza inesatta! Mi spiego meglio: i punti A e B in realtà non delimitano nulla nella sua ultima definizione, perché per arrivare a B da A (e viceversa ad A da B) muovendomi lungo il segmento AB (o viceversa nel verso opposto lungo BA) ci sono infiniti punti che mi impediscono di raggiungere l’estremità del segmento, quindi non arriverò mai. Quindi la retta è un luogo infinito di punti, ma anche il segmento lo è!

Deve sapere, infatti, che c’è una storia classica e ben nota di un contadino il cui asino si rifiutava di tirare un pesante carretto. Il contadino risolse il problema attaccando un bastone alla testa dell’asino e appendendo una carota all’estremità di quel bastone. L’asino si sforzò con tanta energia, ma senza mai riuscirci, di raggiungere la carota. Non notò neppure il carretto che nel frattempo si trascinava dietro, con il suo pesante carico…

Questo breve aneddoto non dimostra che le definizioni di segmento e retta coincidono?”

Insegnante: “Mi hai messo in difficoltà..non posso darti torto!”

Alunno: “Grazie Prof..ora non mi merito un bel voto?”

by gi@mmond

Annunci
Pubblicato on 14 settembre 2011 at 04:40  Commenti disabilitati su Matematica, asino e carota!